AGRICOLTURA 4.0. TORNARE ALLA TRADIZIONE.

SMART FARMING:  Anche l’agricoltura, grazie all’avvento di tecnologie avanzatissime diventa smart.  Cosa si intende per agricoltura digitale? Parliamo di un nuovo rapporto tra l’uomo e la tecnologia, dell’applicazione di informatica e di sensoristica sulle macchine per gestire e controllare i dati, trattori con guida satellitare , di collari con microchip e di app che permettono il controllo del sistema idrico, della fertilità del terreno e di conseguenza della salute delle piante.

Obiettivo? Garantire nutrimento a km 0 limitando l’uso di pesticidi ( fino all’85%) e di sostanze inquinanti grazie al monitoraggio costante delle coltivazioni eseguito tramite droni ed apps. Ma addentriamoci ancora di più nei dettagli per capire meglio di cosa si tratta.

L’APPLICAZIONE DELL’INTERNET OF THINGS:  Si tratta di sensori Wifi fissi o montati a bordo dei droni per raccogliere informazioni sulle aree di coltura e monitorarne il NDVI, ossia l’indice vegetativo. Questi dati che vengono poi inviati ai computer attraverso il cloud e permettono all’agricoltore di analizzare con precisione il benessere della pianta ed ad individuarne eventuali malattie.

LE MAPPE DI PRESCRIZIONE: E’ una vera e propria scacchiera di file digitali che rappresentano i campi. Queste mappe sono utilizzate dagli agricoltori per monitorare in modo specifico il terreno e per intervenire tempestivamente in caso di problematiche. Le mappe sono risultate indispensabili anche per il dosaggio dei concimi, che come ben sappiamo, sono indispensabili per la crescita delle piante.

L’ossimoro tecnologia e tradizione sembra essere molto contraddittorio! Ma chi ha detto che non si possono ritrovare le vecchie tradizioni sfruttando metodi e macchinari all’avanguardia? I film di fantascienza non parlano forse di macchine del tempo? Ecco, bisogna vedere questi nuovi ed innovativi strumenti per coltivare come tante piccole macchine del tempo che ci riporteranno alla tradizione, e ad uno stile di vita più sano e più sostenibile!

DAI CO-BOT AI TRATTORI A GUIDA AUTONOMA: La figura dell’imprenditore agricolo avrà sempre l’ultima parola su tutto e non è a rischio di estinzione, ma  avrà sicuramente dei collaboratori!

Avete mai visto Wall-e ? Davvero commovente e soprattutto , il protagonista è un concentrato di dolcezza. Beh, ecco qui che diventa reale, grazie alla nascita dei Co-bot, programmati in questo caso per diventare dei veri e propri collaboratori dell’imprenditore agricolo, assieme ai trattori a guida autonoma, utili per risparmiare tempo e fatica.

Beh che dire, insieme ai cani anche i robot sembrano essere destinati a diventare i migliori amici dell’uomo e del pianeta terra!

Francesca Leyva

Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *